Le leggi sulle sigarette elettroniche CVA devono proteggere i giovani mentre si raggiungono gli obiettivi

marzo 20, 2021

In linea con i dati di altre province canadesi che indicano che alcune restrizioni hanno appena portato ad un aumento dei tassi di fumo, la Canadian Vaping Association (CVA) avverte che le modifiche alle politiche raccomandate dal QCTC avrebbero lo stesso effetto disastroso.

"Il QCTC ha raccomandato le seguenti modifiche normative:

1) Aromi proibiti (eccetto il tabacco) nei prodotti da svapo (tuttavia, gli aromi possono essere consentiti nelle versioni certificate e venduti come ausili per smettere di fumare nelle farmacie)

2. Limita il contenuto di nicotina a 20 mg / ml di nicotina

3.Ridurre l'accesso finanziario a questi prodotti tra i giovani introducendo una tassa sullo svapo di liquidi

4. Stabilire un sistema di permessi tariffari per la vendita, la distribuzione e l'importazione

5. Vietare nuovi punti vendita di tabacchi e negozi di svapo entro 250 metri da una scuola

6. Definisci l'aspetto di dispositivi e fluidi per renderli meno attraenti per i giovani

7.Aggiungi avvertenze sui rischi per la salute "

Alcune delle restrizioni suggerite avrebbero conseguenze indesiderate

Il CVA ha affermato che mentre alcune delle restrizioni raccomandate hanno senso, altre avranno la conseguenza non intenzionale sia di spingere gli ex fumatori a tornare a fumare, sia di scoraggiare gli attuali fumatori dal passare dal fumo allo svapo, al fine di smettere o ridurre i danni. .

L'organizzazione ha fatto riferimento ai dati provenienti dall'Ontario e dalla British Columbia, indicando che, a parte le alte concentrazioni di nicotina, uno dei principali fattori di svapo degli adolescenti è l'accesso illimitato ai prodotti. D'altra parte, i fumatori adulti che cercano di smettere tendono a trarre vantaggio inizialmente dal consumo di prodotti ad alto contenuto di nicotina per prevenire le ricadute. In effetti, i dati post TPD dell'UE avevano indicato che dopo che il tappo di nicotina da 20 ml era stato impostato, meno fumatori riuscivano a smettere tramite lo svapo.

“Una politica efficace non vieta del tutto questi prodotti, ma limita invece la loro vendita a negozi specializzati soggetti a limiti di età. Che, per stessa ammissione del governo QC, soddisfano un elevato standard di conformità nella cardatura e nel negare l'accesso ai minori ", ha affermato il CVA.

Il CVA concorda con il divieto di aperture di punti vendita vicino alle scuole

Il CVSA concorda con una serie di altre politiche consigliate. “Inoltre, il CVA concorda con il divieto di aprire nuovi punti vendita entro 250 metri da una scuola. Questa è una misura appropriata per impedire l'acquisto di paglia da parte degli studenti più grandi. Inoltre, siamo d'accordo con le raccomandazioni per avvertenze, rischi per la salute e imballaggi sgradevoli, tuttavia queste raccomandazioni politiche sono state precedentemente affrontate dalla legge federale sul controllo del tabacco e dei prodotti da svapo (TVPA). "

“La TVPA ha imposto che i prodotti a vapore venduti in Canada debbano contenere avvertenze sanitarie specifiche e dichiarazioni di dipendenza e vieta l'imballaggio che può essere attraente per i giovani. Qualsiasi avvertimento di questo tipo deve essere calibrato per fare una distinzione tra i danni relativi del tabacco e dello svapo, come stabilito nella sentenza del tribunale superiore del Quebec del maggio 2019 emessa dal giudice Dumais. In effetti, tutti gli e-liquid regolamentati attualmente disponibili nel mercato canadese non attirano i giovani ".

D'altra parte ha sottolineato l'organizzazione, è imperativo che i dati attualmente disponibili sulle conseguenze dei divieti di sapore siano considerati con attenzione. “Sebbene il CVA sia generalmente d'accordo che le raccomandazioni di cui sopra contribuiranno a un'efficace politica di protezione dei giovani, è imperativo che il governo del Quebec riconosca gli ampi dati sui divieti di sapore. Di volta in volta, si è concluso che i sapori come motore per l'uso da parte dei giovani è un errore. I dati continuano a mostrare che i sapori sono indispensabili per l'adozione da parte degli adulti e il successo della cessazione continua, mentre i divieti di sapore hanno dimostrato di provocare un aumento immediato dei tassi di fumo e del consumo di tabacco tradizionale ".

I sapori non sono il motore principale dello svapo degli adolescenti

In linea con i risultati di molteplici studi, il CVA ha spiegato che i sapori non sono il motore principale dello svapo degli adolescenti. "L'idea che i prodotti di svapo aromatizzati contribuiscano allo svapo giovanile è un malinteso comune che è stato screditato dai Centers of Disease Control and Prevention (CDC). Secondo il rapporto del CDC `` Uso del prodotto del tabacco e fattori associati tra studenti delle scuole medie e superiori '', il 77,7% dei giovani ha indicato di svapare per motivi diversi da `` perché le sigarette elettroniche sono disponibili in gusti, come menta, caramelle, frutta o cioccolato. "Il motivo più comune per l'uso tra i giovani era:" Ero curioso di loro ".



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x