CVA Quotes Study Indicating That Vaping Could Prevent 6.6 Million Deaths

gennaio 06, 2021

Alla luce di numerosi recenti media che allarmano i titoli dei media che mettono in dubbio la sicurezza dei prodotti per lo svapo, la Canadian Vaping Association (CVA) fa riferimento a uno studio che indica l'impatto positivo dell'uso di sigarette elettroniche sulla salute pubblica.

Negli ultimi anni e ancora di più negli ultimi mesi, l'industria dello svapo è stata incessantemente esaminata e anche peggio, rispetto alla mortale industria del tabacco. In seguito ai casi EVALI e all'epidemia di COVID-19, la sicurezza dei prodotti è stata messa in dubbio e in più occasioni ritenuta non corretta.

A tal fine, il CVA si riferisce a uno studio condotto in passato dal Dr. David Levy presso il Georgetown University Medical Center negli Stati Uniti. Intitolato "Potenziali morti evitate negli Stati Uniti sostituendo le sigarette con le sigarette elettroniche", lo studio ha rilevato che 6,6 milioni di morti premature negli Stati Uniti potrebbero essere evitate dai fumatori che passano allo svapo.

Anche nel peggiore dei casi, le vite sarebbero state salvate tramite lo svapo

Lo studio ha preso in considerazione due possibili scenari, uno scenario ottimistico, basato sugli attuali modelli di svapo con tassi di fumo che scendono al 5% su un periodo di 10 anni, e uno scenario pessimistico con tassi di fumo al 10%.

I dati raccolti hanno indicato che anche nello scenario peggiore possibile, il passaggio dal fumo allo svapo produce guadagni sostanziali in un anno di vita.

“Rispetto allo Status Quo, la sostituzione delle sigarette con l'uso di sigarette elettroniche in un periodo di 10 anni produce 6,6 milioni di morti premature in meno con 86,7 milioni di anni di vita in meno persi nello scenario ottimistico. Nello scenario pessimistico, 1,6 milioni di morti premature vengono evitate con 20,8 milioni di anni di vita in meno persi. I guadagni maggiori sono tra le coorti più giovani, con un aumento di 0,5 nell'aspettativa di vita media prevista per la coorte di 15 anni nel 2016 ", si legge nello studio Abstract.

Tali dati scientifici dovrebbero informare la politica

Il direttore esecutivo del CVA, Darryl Tempest, ha sottolineato che questi dati sono importanti da considerare quando si considerano i regolamenti sulle sigarette elettroniche. "Questo studio è un ottimo promemoria del fatto che quando l'industria dello svapo descrive il suo prodotto come salvavita, non è iperbolico. Ci sono conseguenze nella vita reale per una cattiva regolamentazione. Quando una provincia vieta i sapori o implementa una tassazione eccessiva basata su studi errati o dati travisati, la salute pubblica subisce gravi danni ".



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x