Il sondaggio ETHRA sugli utenti di nicotina afferma che l'UE è contro la riduzione dei danni

giugno 11, 2021

In effetti, l'UE non è solo contro lo svapo e le sigarette elettroniche, con SNUS e sacchetti di nicotina nella sua lista dei risultati, ETHRA afferma che i risultati del sondaggio mostrano che l'UE è contro la riduzione del danno mettendo a rischio la vita di milioni di persone.

ethra nicotine users survey results

Tra gli altri risultati preoccupanti, il sondaggio ha rilevato che se l'UE vietasse gli e-liquid aromatizzati o introducesse un divieto totale di vaporizzazione, il 28% dei vapers tornerebbe a fumare, mentre il 71% prenderebbe in considerazione l'acquisto di succhi e kit per vaporizzatori dal mercato nero... e noi sapere come potrebbe finire.

37.000 persone hanno preso parte al sondaggio e i risultati sono chiari: 27.000 fumatori affermano di essere stati in grado di spegnere definitivamente il tabacco acceso grazie allo svapo e allo SNUS.

ETHRA dice che i numeri non mentono aggiungendo:

…l'83,5% DEI VAPERS E IL 73,7% DEGLI UTENTI SNUS HANNO SMESSO DI FUMARE CON SUCCESSO.

Questa è una serie incredibile di cifre, eppure l'UE sta ancora valutando seriamente se non un divieto totale di svapo, penalizzando i vapers e coloro che cercano di smettere di tassare eccessivamente le sigarette elettroniche e lo SNUS.

ETRA dice:

I RISULTATI DELLA NOSTRA INDAGINE DIMOSTRANO CHE SE L'UNIONE EUROPEA IMPOSTA RESTRIZIONI GLOBALI ALLA POPOLAZIONE SIMILI A QUELLE EFFETTUATE NEI PAESI REPRESSIVI IN TERMINI DI TASSAZIONE E/O DIVIETI DI GUSTO, È PROBABILE CHE UNA PROPORZIONE MOLTO ELEVATA DI CONSUMATORI CERCHI ALTERAZIONI MERCATO LEGALE.

Come ho detto, vietare lo svapo e il mercato nero chiama...

Indagine sugli utenti di nicotina ETHRA – Troppe barriere

I fumatori europei affermano che la mancanza di disponibilità e informazioni chiare su svapo e SNUS è un'altra barriera al successo dei tentativi di smettere.

Il 31% dei fumatori afferma che se il divieto di SNUS in tutta l'UE fosse revocato, prenderebbe in considerazione l'utilizzo.

ethra nicotine users survey stop vape taxes

Allo stato attuale, la Svezia è l'unico paese dell'UE in cui SNUS è legale e ha una popolazione quasi senza fumo.

È il prezzo elevato degli strumenti per vaporizzatori e degli e-liquid che impedisce anche ai fumatori di effettuare il passaggio, da qui l'invito a fermare la tassazione troppo alta.

ETRA dice:

…IL FUMO RESTA IL MODO PREDOMINANTE DI CONSUMO DI NICOTINA IN EUROPA.

OLTRE IL 67% DEGLI ATTUALI FUMATORI CHE HANNO RISPOSTO AL NOSTRO SONDAGGIO VOGLIONO SMETTERE, MA, COME DIMOSTRA DAL NOSTRO RAPPORTO, AFFRONTANO BARRIERE NEL LORO DESIDERIO DI ESSERE SENZA FUMO.

LA MANCANZA DI DISPONIBILITA' DI PRODOTTI A BASSO RISCHIO NICOTINA PRESENTA UN GRANDE OSTACOLO PER I CONSUMATORI CHE DESIDERANO SMETTERE DI FUMARE.

IL DIVIETO UE ALLA VENDITA DI SNUS (TRANNE IN SVEZIA), ILLUSTRA QUESTA BARRIERA, CON IL 31% DEGLI ATTUALI FUMATORI CHE INDICA CHE SAREBBE INTERESSATO A PROVARE LO SNUS SE LA SUA VENDITA FOSSE LEGALIZZATA NELL'UE.

UN QUARTO (24,3%) DI QUELLI CHE FUMANO MA CHE VOGLIONO SMETTERE HA CITATO IL PREZZO ALTO DELLE ALTERNATIVE PI SICURE COME BARRIERA ALLO SCONFITTA.

QUESTO NUMERO SALE AL 44,7% NEI PAESI CON UN'IMPOSTA ELEVATA SUI PRODOTTI DA SVAPORE (ESTONIA, FINLANDIA E PORTOGALLO).

È davvero abbastanza semplice, abbassare la tassa sui prodotti per lo svapo e più fumatori smetteranno... non è scienza missilistica, vero?

E se l'UE è preoccupata per le morti e le malattie dovute al fumo, come dice, farebbe proprio questo...

Risposte nei commenti sul perché questo concetto è troppo difficile da comprendere da parte loro...

Rimuovere i flaconi da 10 ml e aumentare i livelli di nicotina

Un'altra scoperta chiave dell'ETHRA Nicotine Users Survey è la necessità di aumentare l'attuale limite di nicotina TPD di 20 mg.

Sul retro di ciò, i vapers affermano che utilizzerebbero meno e-liquid, i fumatori affermano che avrebbero maggiori probabilità di smettere e aiuterebbe i doppi utenti a smettere di fumare più velocemente.

raise nicotine levels for vaping

E, naturalmente, scartare la ridicola regola della bottiglia da 10 ml risparmierebbe su tutti quei rifiuti di plastica di cui la maggior parte di noi è stanca.

ETRA dice:

IL 24,1% DEI VAPERS DICHIARA DI CONSUMERARE MENO E-LIQUID SE L'UE AUMENTA IL LIMITE DI CONCENTRAZIONE DI NICOTINA.

IL 59,6% DICHIARA CHE NON CAMBIERÀ NULLA PER LORO.

TRA I DOPPI UTENTI (PERSONE CHE VAPE E FUMANO), IL 30,3% PENSA DI POTER SMETTERE DI FUMARE COMPLETAMENTE SE IL LIMITE DI NICOTINA FOSSE AUMENTATO NELL'UE – UNO STUDIO RECENTE, PUBBLICATO NEL LANCET, SUPPORTA QUESTA IDEA.

Una cosa che mi ha sempre infastidito riguardo agli shortfill è che SE l'UE avesse voluto ridurre la quantità di nicotina "pericolosa" [lol] che si riversava, si sarebbe sparata sui piedi perché ce n'è più che mai!

Ad ogni modo... non sono sicuro che i produttori di e-liquid sarebbero felici di vedere meno vendite se i vapers dovessero ridurre i volumi che stavano acquistando.

In realtà sono abbastanza facile con il limite di 20 mg - ehi, vieni per me lol.

La verità è che l'ETHRA Nicotine Users Survey suggerisce lo stesso con PI vaporizzatori che utilizzano livelli di nicotina INFERIORI.

ETRA dice:

IL MAGGIORE CONSUMO DI E-LIQUID AUMENTA AUTOMATICAMENTE LA QUOTA DEI RESIDUI A BASSO RISCHI CONNESSI AL VAPING PER I CONSUMATORI.

IL LIMITE DI VOLUME DI 10 ML NELLA TPD NON HA GIUSTIFICAZIONE SANITARIA. INOLTRE, LE PICCOLE BOTTIGLIE SONO PI FACILI DA MANEGGIARE E AUMENTANO IL RISCHIO DI INGESTIONE ACCIDENTALE DA PARTE DEI PICCOLI BAMBINI.

SI CONSIGLIA VIVAMENTE DI ABOLIRE IL LIMITE DI VOLUME SUGLI E-LIQUIDI DI NICOTINA PER CONSENTIRE UN RITORNO A RIDURRE IL CONSUMO DI E-LIQUID.

ethra nicotine users survey shortfills

Per quanto riguarda gli shortfill, da un po' di tempo in alcuni ambienti si dice che dovrebbero essere vietati: la stessa ETHRA mostra che i vapers possono risparmiare fino al 50% sui costi acquistando shortfill da 50 ml e aggiungendo un colpo di nicotina.

Tuttavia, i risultati di questo sondaggio sembrano suggerire che scartare la regola del flacone da 10 ml significherebbe meno vapers che acquistano quelle scorte di zero nic ... buone notizie per i produttori di e-liquid ...

Pensieri finali

Sono sicuramente tempi difficili per lo svapo nell'UE e anche qui nel Regno Unito.

Poiché l'UE prende in considerazione l'ultima revisione della direttiva sulle accise sul tabacco [TED], in altre parole l'aumento della tassa sullo svapo, le risposte fornite in questo sondaggio dovrebbero far riflettere.European Tobacco Harm Reduction Advocates

Tuttavia, nonostante si dichiari "ascoltare le persone" più e più volte, hanno dimostrato di non farlo davvero e ETHRA lo rende molto chiaro:

DA DIVERSI ANNI I CONSUMATORI DI PRODOTTI A NICOTINA PI SICURI HANNO PARTECIPATO PAZIENTEMENTE E CIVICAMENTE ALLE CONSULTAZIONI PUBBLICHE DEGLI ENTI EUROPEI.

PURTROPPO, LE LORO OPINIONI SONO STATE TRATTATE PRINCIPALMENTE CON CONDESCENSIONE.

LA GRANDE PARTECIPAZIONE ALL'INDAGINE ETHRA SEMBRA UN'URGENTE RICHIESTA DEL PUBBLICO INTERESSATO DI ESSERE ASCOLTATA DALLE AUTORITÀ EUROPEE.

Con l'UE che risucchia l'Organizzazione mondiale della sanità anti-vaping, è la voce dei professionisti della salute, dei vapers e dei gruppi di difesa della riduzione del danno che deve essere ascoltata.

In caso contrario, i mandarini senza volto e non eletti sono sulla buona strada per contribuire alla morte di milioni se non miliardi di fumatori.

Quanto al fatto che l'UE ascolterà, ne dubito... ma ciò non dovrebbe impedirci di spingere in lungo e in largo il messaggio di riduzione del danno.



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati