Il webinar ribadisce che le prove sull'efficacia delle sigarette elettroniche sono indiscutibili

maggio 05, 2022

I relatori includevano il Direttore della World Vapers' Alliance, Michael Landl, Shahriar Arifin, DGM, Marketing, Unimed Unihealth Pharmaceuticals, Dr Rajib Joarder, Health Service Management and Policy Making, Ministero della Salute e del Benessere Familiare e Schumann Zaman, Presidente del Bangladesh Associazione dei commercianti di sistemi elettronici di consegna della nicotina (BENDSTA).


Hanno presentato i risultati di un white paper pubblicato di recente contenente casi di studio relativi allo svapo effettuato in quattro paesi e hanno risposto alle domande del pubblico che si è unito alla sessione dal vivo. In linea con le dichiarazioni di agenzie sanitarie affermate come Public Health England, i casi di studio indicano chiaramente che i vaporizzatori sono almeno "il 95% più sicuri" dei prodotti del tabacco combustibili e "due volte più efficaci delle tradizionali terapie sostitutive della nicotina".

Il documento ha evidenziato che i dati dei paesi in cui questi risultati sono presi in considerazione e incorporati nelle normative locali, riflettono i vantaggi dei prodotti. "I paesi che abbracciano lo svapo, come Francia, Regno Unito, Nuova Zelanda e Canada, hanno assistito a una diminuzione dei tassi di fumo due volte più veloce della media globale", osserva il documento.

Michael Landl ha sottolineato la differenza che un simile cambiamento di approccio potrebbe fare. “I paesi progressisti stanno implementando le normative sullo svapo. Se il Bangladesh implementasse il regolamento per lo svapo, potrebbero essere 6 milioni di persone che potrebbero passare allo svapo piuttosto che fumare sigarette secondo i nostri calcoli", ha affermato Landl.

"I vaporizzatori sono almeno il 95% più sicuri del tradizionale tabacco combustibile, secondo il Public Health England. Non è la nicotina che uccide le persone, ma è il catrame del fumo, hanno detto i relatori rispondendo alle domande", ha aggiunto.

La maggior parte dei vapers usa le sigarette elettroniche per smettere di fumare

Nel frattempo, uno studio di focus group su piccola scala della Dhaka Ahsania Mission, con sede a livello locale, ha raccomandato il divieto totale dello svapo nonostante abbia scoperto che la maggior parte dei partecipanti ha iniziato a svapare per aiutarli a smettere di fumare.

L'indagine, svolta tra gennaio e febbraio 2020, è consistita in tre discussioni di focus group con studenti di due università: la Dhaka University e la North South University. Tutti gli studenti erano vapers regolari e la maggior parte ha riferito di preferire vaporizzatori a sistema aperto con serbatoi di ricarica.

I dati compilati indicavano che "la maggior parte dei [[partecipanti] credeva che non ci fossero abbastanza studi scientifici che mostrassero le sigarette elettroniche dannose". Un totale del 65% ha affermato di aver iniziato a svapare a causa del loro sapore e molti hanno affermato che lo svapo li ha aiutati a smettere di fumare. Nonostante ciò, il team di ricerca ha raccomandato un "divieto totale" allo svapo per "[salvaguardare] la salute e la sicurezza dei giovani e delle generazioni future".

Il Bangladesh deve agire per diventare l'obiettivo senza tabacco entro il 2040

All'inizio di quest'anno, gli attivisti anti-tabacco hanno affermato che sono necessarie una svolta brusca e azioni forti se il Bangladesh vuole raggiungere l'obiettivo prefissato di diventare senza tabacco entro il 2040. Il Bangladesh è stato il primo paese in via di sviluppo a firmare la Convenzione quadro dell'OMS sul controllo del tabacco (WHO FCTC) nel 2003. Due anni dopo, nel 2005, il governo aveva approvato la legge sul controllo dei prodotti del tabacco nel 2005, che è stata rivista e modificata nel 2013 .

Purtroppo, seguendo le orme della vicina India, nel 2019 un funzionario sanitario del Bangladesh aveva annunciato un piano per vietare la vendita e l'uso di prodotti per lo svapo e altre sigarette elettroniche. Il divieto doveva essere incorporato nella nuova politica di controllo del tabacco, attualmente in fase di elaborazione da parte del governo, ha affermato il funzionario dell'epoca.

Fonte: https://www.vapingpost.com



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x