Indagine sulle Filippine La maggior parte dei fumatori passerebbe ad alternative più sicure

gennaio 08, 2021

Citando uno studio condotto a livello locale, il gigante del tabacco Philip Morris International (PMI), ha affermato che, data l'opportunità, la maggior parte dei fumatori filippini proverebbe prodotti alternativi più sicuri per smettere di fumare o ridurre i danni.

Citando uno studio condotto a livello locale, il presidente di PMFTC Inc. (l'affiliata filippina di PMI) Denis Gorkun, ha affermato che i dati raccolti indicano che il 59% dei 16 milioni di fumatori filippini stimati, proverebbe alternative senza fumo se fossero "disponibili in commercio e soggetto a determinati standard di sicurezza del prodotto. "

Normative locali sulle sigarette elettroniche

Per quanto riguarda l'atmosfera normativa, lo scorso anno il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte, aveva annunciato un divieto sull'uso e l'importazione di sigarette elettroniche, aggiungendo che chiunque sarebbe stato sorpreso a usare i prodotti sarebbe stato arrestato. Il divieto era stato annunciato durante una conferenza stampa a tarda notte, dopo che al presidente era stato chiesto di un rapporto del Dipartimento della Salute che confermava il primo caso EVALI nel paese.

“Lo bandirò. L'uso e l'importazione. Tu sai perché? Perché è tossico e il governo ha il potere di emanare misure per proteggere la salute pubblica e l'interesse pubblico ", ha detto Duterte all'epoca.

Per fortuna, passando da un divieto a regolamenti, le autorità locali hanno da allora proposto linee guida chiare sulla produzione e l'importazione dei prodotti. Sono state inoltre stabilite restrizioni per l'età minima di utilizzo (a 18 anni), l'uso di avvertenze per la salute simili a quelle per le sigarette e luoghi pubblici designati dove i consumatori possono svapare.

La legge sulla regolamentazione del sistema di rilascio della nicotina non combustibile del 2020

Il progetto di legge noto come "Legge sulla regolamentazione del sistema di distribuzione della nicotina non combustibile del 2020" è stato votato da un totale di 88 membri del Congresso. "Riconoscendo la necessità di una valida alternativa alle sigarette combustibili, i governi di tutto il mondo e le principali istituzioni sanitarie pubbliche hanno esplorato il concetto di riduzione del danno come strategia di salute pubblica per combattere l'epidemia di fumo", ha detto il vicepresidente della Camera Deogracias Victor Savellano all'inizio di quest'anno .

“La riduzione del danno si basa sull'idea che le persone fumano per la nicotina ma muoiono a causa del catrame. Quindi, se esiste un modo per fornire nicotina a coloro che fumano sigarette senza i sottoprodotti nocivi associati che vengono prodotti nelle sigarette combustibili, consentirebbe ai fumatori di smettere finalmente di fumare ", ha aggiunto.



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x