Un'introduzione allo svapo di CBD

luglio 01, 2020

Lo svapo di CBD è uno dei metodi più semplici disponibili per consumare questo integratore benefico.

 

Per molte persone con dolore cronico o altre condizioni trattate con CBD, lo svapo fornisce un sollievo rapido e conveniente. Tuttavia, iniziare può essere un compito scoraggiante per i vapers inesperti. Con così tanti diversi tipi di vapori e CBD disponibili, quella svapo per penna usa e getta nella sede in fondo alla strada è davvero l'opzione migliore? Probabilmente no.

Molti negozi traggono vantaggio dalla mancanza di conoscenza dei nuovi vapers, vendendoli con attrezzature costose o, peggio ancora, un prodotto che li farà ammalare. Per evitare di sentirti ingannato dai tuoi soldi guadagnati duramente o ammalarti, è importante acquisire una conoscenza di base dello svapo e dei componenti coinvolti prima di effettuare il tuo primo acquisto.

 

Perché le persone vaporizzano il CBD?

Molti utenti descrivono un effetto quasi istantaneo quando svapano per la prima volta il CBD.

 

Le forme commestibili possono richiedere più di 30 minuti per digerire ed entrare nel flusso sanguigno dell'utente. Per le persone che usano il CBD per trattare convulsioni, dolore cronico, ansia o altri disturbi simili, aspettare 30 minuti non è sempre un'opzione.

 

Lo svapo consente inoltre agli utenti di rimanere discreti e consumare CBD in pubblico. Con un serbatoio o una penna vaporizzatore, una dose non è mai più lontana dei pantaloni.

 

Introduzione allo svapo di CBD: scopri le tue attrezzature

 

Non tutti gli vaporizzatori sono uguali, ma tutti hanno quattro componenti di base: una batteria, un elemento riscaldante (noto anche come atomizzatore), un bocchino e una camera per contenere il materiale da svapare. L'elemento riscaldante vaporizza tutto il materiale con cui viene a contatto nella camera e l'utente inala il vapore attraverso il boccaglio.

 

 

Tutti i vaporizzatori hanno quattro componenti di base: una batteria, un elemento riscaldante (noto anche come un atomizzatore), un bocchino e una camera o un serbatoio per contenere il materiale da svapare.

Da qui ci sono due distinti stili di vaporizzatori di cui ci occupiamo per svapare il CBD.

Inoltre, poiché la serpentina di riscaldamento si rompe lentamente e si ossida in seguito a un uso ripetuto, le nanoparticelle metalliche possono potenzialmente essere aerosolizzate nel vapore che viene inalato. La durata della bobina può essere estesa utilizzando solo isolati di CBD puro nella penna. Gli additivi aromatici e il CBD impuro lasciano residui sulla bobina e accelerano l'ossidazione. Ne parleremo ulteriormente in una sezione successiva.

Il secondo stile di vaporizzazione è il tipo che produce le famose nuvole fluttuanti associate allo svapo. Questi sono noti come vapori "stile serbatoio". I serbatoi richiedono e-liquid, una miscela di glicole propilenico, glicerina vegetale, aromi e CBD. La serpentina di riscaldamento all'interno è riempita o avvolta con stoppino di cotone, nylon o silice per assorbire l'e-liquid nelle bobine.

Quando si tratta di vaporizzatori stile serbatoio, ci sono ancora altre due varianti: usa e getta e ricaricabile. I vaporizzatori usa e getta (noti anche come "cartomizzatori" perché utilizzano cartucce preriempite e usa e getta) tendono ad essere realizzati con materiali più economici e di qualità discutibile. Se usato in modo improprio, la bobina e lo stoppino possono bruciare, lasciando l'intero sistema inutile. Gli utenti aggiungono il proprio e-liquid ai vaporizzatori ricaricabili e le batterie di riscaldamento sono sostituibili su alcuni.

Per i fumatori di tabacco, un serbatoio ricaricabile è lo stile di svapo più comune; tuttavia, per qualcuno che non ha mai fumato, l'opzione migliore è uno svapo ricaricabile in stile penna che utilizza concentrati di CBD invece di e-liquid. Questi sono generalmente venduti come kit all-in-one e gli atomizzatori sostitutivi possono essere acquistati online. Consente all'utente di controllare quali materiali vengono utilizzati nello svapo e quali sostanze chimiche vengono consumate.

Lo svantaggio principale dell'uso di e-liquid di CBD su concentrati puri è che il tasso di dissoluzione massimo di CBD in e-liquid è di circa 33 mg / ml senza l'aggiunta di polietilenglicole, alcoli o altri prodotti chimici aggressivi. Ciò significa che per raggiungere una dose tipica da 10 mg a 30 mg di CBD, è necessario consumare quasi 1 ml di e-liquid in una sola seduta. Per metterlo in prospettiva, un piccolo vaporizzatore a penna usa e getta ha circa 1 ml a 2 ml di e-liquid. Ciò potenzialmente espone l'utente a rischi inutili dovuti a contaminanti metallici e altri prodotti chimici. Ci vogliono circa 20 erogazioni di e-liquid per ottenere la stessa dose di una erogazione da una penna concentrata.

 

 

Un uomo espira il vapore dopo lo svapo mentre utilizza un computer portatile, seduto a un tavolo di un caffè con uno smartphone e una tazza di caffè. Lo svapo di CBD vale i rischi per la salute? Dipende da chi chiedi.

Esistono anche vaporizzatori più complessi e ricostruibili per utenti esperti che desiderano controllare ogni aspetto dell'hardware di svapo. Tuttavia, questi richiedono un livello di conoscenza più elevato di quello che l'utente medio possiede o è disposto a investire.

Introduzione allo svapo di CBD: potenziali problemi di salute nei vapori di CBD

Una piccola percentuale di utenti è allergica o sviluppa successivamente allergie ad alcuni dei prodotti chimici e dei materiali utilizzati nei vaporizzatori. Alcuni studi hanno trovato quantità trascurabili di particolato metallico e altri contaminanti pericolosi, come piombo e cadmio, nei vaporizzatori disponibili in commercio. Ecco perché è così importante essere informati prima di proseguire lo svapo, per evitare potenziali allergeni o contaminanti. Man mano che tecnologie e normative continuano ad evolversi, questi rischi saranno meglio compresi e più facili da mitigare.

 

I metalli potrebbero rappresentare un rischio per la salute per lo svapo di CBD?

Con i vaporizzatori concentrati a penna, il principale materiale di preoccupazione è la batteria di riscaldamento. Questi sono in genere realizzati in titanio, acciaio inossidabile, Kanthal (una lega di ferro, cromo e alluminio), lega di nichel-cromo o filo di nichel puro. La maggior parte dei vaporizzatori disponibili in commercio utilizzano Kanthal, titanio di grado 1 o acciaio inossidabile.

Uno studio dell'International Journal of Environmental Research and Public Health ha rilevato che "l'esposizione complessiva ai metalli derivante dall'uso di sigarette elettroniche non dovrebbe rappresentare un grave problema di salute per i fumatori che passano al consumo di sigarette elettroniche, ma è una fonte di esposizione non necessaria per mai- i fumatori “.

Mentre i livelli di metalli misurati nei vapori aerosol erano ben al di sotto dei livelli di esposizione raccomandati, i vapers consumano ancora nanoparticelle metalliche che altrimenti non consumerebbero. Poiché ci sono così tanti produttori di vaporizzatori in tutto il mondo, è importante ricercare quali materiali sono presenti nello svapo che prevedi di acquistare e acquistarli da una fonte attendibile. Esiste un ampio mercato per l'hardware di svapo knock-off fabbricato con materiali di qualità inferiore.

Lo studio afferma che la scelta di uno svapo in acciaio inossidabile e vetro borosilicato potrebbe eliminare alcuni contaminanti. I materiali utilizzati nei vaporizzatori sono generalmente elencati online e sulla confezione. L'uso di uno svapo con stoppino in cotone o quarzo e una serpentina di riscaldamento in titanio, acciaio inossidabile o Kanthal è probabilmente l'opzione più sicura. Con i composti di nichel designati come cancerogeni e il 10% -20% della popolazione sensibile alle bobine di nichel, nichel e nichel-cromo dovrebbe essere evitato del tutto.

Quando il filo metallico viene riscaldato e raffreddato ripetutamente, uno strato esterno di ossido metallico si forma attorno al filo e impedisce un'ulteriore ossidazione. Quando il liquido viene a contatto con le bobine, lo strato ossidato di nanoparticelle metalliche può contaminare il vapore e viaggiare nei polmoni dell'utente. Se questa è una delle maggiori preoccupazioni per te come utente e desideri eliminare completamente questi contaminanti, passa alla sezione sulle alternative allo svapo. Se hai ancora intenzione di svapare, dovresti sapere un po 'di più sull'ossidazione e sul filo.

L'ossido principale sul filo di titanio è il biossido di titanio, un composto comunemente usato nei prodotti di bellezza e dimostrato di causare danni al DNA nei topi. Kanthal e il filo di acciaio inossidabile producono entrambi ossidi e ioni di cromo, ma lo ione cromo cancerogeno, il cromo VI, non è stato trovato nel vapore aerosol.

È importante rendersi conto che molti vaporizzatori sono commercializzati con elementi riscaldanti in quarzo o in ceramica. Questo è il caso di alcuni nuovi vaporizzatori, ma molti hanno ancora fili scoperti avvolti attorno a un nucleo in ceramica o quarzo. Vapori come questo stanno ancora andando a contaminare i metalli nel vapore inalato.



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x