Studio statunitense sul passaggio dal fumo allo svapo Riduzione della presenza di cancerogeni

marzo 01, 2021

Intitolato, "Effetto delle sigarette elettroniche con capsule rispetto alle sigarette sull'esposizione agli agenti cancerogeni tra i fumatori afroamericani e latini", lo studio consisteva in uno studio randomizzato della durata di sei settimane che confrontava l'uso di sigarette elettroniche con l'uso di sigarette tradizionali, tra i fumatori afroamericani e latini .

Nikki Nollen, PhD, co-responsabile del programma di ricerca per la prevenzione e il controllo del cancro del KU Cancer Center, ha agito in qualità di investigatore principale del sito.

"Le sigarette elettroniche di quarta generazione contengono alte concentrazioni di nicotina e altre caratteristiche interessanti che possono supportare il passaggio e ridurre i potenziali rischi per la salute tra coloro che fumano sigarette combustibili", ha detto il dott. "Volevamo esaminare i biomarcatori di esposizione in entrambi i gruppi e determinare il rapporto rischio-beneficio delle sigarette elettroniche".

I partecipanti erano fumatori adulti che hanno consumato almeno 5 sigarette / die in almeno 25 degli ultimi 30 giorni per almeno 6 mesi ed erano interessati a passare alle sigarette elettroniche. I dati sono stati analizzati e raccolti tra il 18 settembre 2019 e il 4 settembre 2020.

Secondo l'abstract dello studio, ai soggetti dello studio è stata offerta una fornitura di 6 settimane di prodotti per lo svapo nei loro gusti preferiti (al 5% di nicotina) insieme a una breve istruzione, formazione e pianificazione d'azione per passare completamente alle sigarette elettroniche dalle sigarette combustibili. Mentre il gruppo di controllo è stato incaricato di continuare a fumare come al solito.

È stata misurata una riduzione dei biomarcatori analizzati

I dati raccolti hanno indicato una riduzione dei biomarcatori analizzati. "L'outcome primario era la riduzione della concentrazione urinaria di 4- (metilnitrosammino) -1- (3-piridil) -1-butanolo (NNAL) alla settimana 6. Gli esiti secondari erano cambiamenti nella cotinina urinaria, monossido di carbonio (CO) espirato, sintomi respiratori , funzionalità polmonare, pressione sanguigna, consumo di sigarette combustibili negli ultimi 7 giorni e tassi di cambio di valuta (solo gruppo sigaretta elettronica) alle settimane 2 e 6. "

Nollen ha sottolineato che il livello di riduzione di alcuni biomarcatori era sorprendente. "Ciò che è stato più sorprendente è stata l'entità del cambiamento sperimentato da coloro che fanno parte del gruppo delle sigarette elettroniche", ha detto il dott. Nollen. "Hanno ridotto il loro NNAL del 64%, il monossido di carbonio del 47% e i sintomi respiratori del 37% rispetto a quelli del gruppo di controllo che hanno continuato a fumare come al solito".

Anche i doppi utenti hanno sperimentato i vantaggi

Inoltre, riporta lo studio, i benefici non sono stati sperimentati solo da coloro che hanno cambiato completamente, ma anche dai doppi utenti, anche se in misura minore rispetto a coloro che hanno effettuato un passaggio completo. “I sottogruppi della traiettoria delle sigarette elettroniche differivano in modo significativo per i livelli di NNAL e CO. Gli utenti esclusivi di sigarette elettroniche hanno avuto i cambiamenti più pronunciati, seguiti da utenti doppi e poi fumatori di sigarette esclusivi. Alla settimana 6, gli utenti esclusivi di sigarette elettroniche hanno avuto riduzioni significativamente maggiori dei livelli di NNAL e CO rispetto ai doppi utenti e ai fumatori di sigarette. Gli utenti doppi hanno anche avuto una maggiore riduzione dei livelli di CO rispetto ai fumatori di sigarette esclusivi ".



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x