World Vapers' Alliance: il rapporto del comitato dell'UE ignora i dati scientifici

maggio 13, 2022

Un comunicato stampa della World Vapers' Alliance (WVA), ha evidenziato che il rapporto finale del Comitato scientifico dell'UE per la salute, l'ambiente e i rischi emergenti (SCHEER) sulle sigarette elettroniche è un passo indietro per la salute pubblica in Europa poiché ignora tutto l'evidenza scientifica a favore della riduzione del danno da tabacco.

Purtroppo, ignorando i dati scientifici, le storie di successo sulla cessazione del fumo da parte dei consumatori e le opinioni di esperti ricevute durante il periodo di consultazione, il rapporto SCHEER ha affermato in modo impreciso che esistono prove deboli che indicano il successo dei vaporizzatori per smettere di fumare. Il rapporto ha aggiunto che ci sono prove da deboli a moderate sulla riduzione del fumo.

Commentando il rapporto, il direttore della World Vapers' Alliance (WVA) Michael Landl, ha affermato che tale disinformazione avrà conseguenze negative. “Questo rapporto è una tragedia per la salute pubblica e avrà terribili conseguenze sia per i fumatori che per i vapers. SCHEER ignora una grande quantità di prove scientifiche sullo svapo, tutte fornite da esperti e consumatori a SCHEER durante la loro consultazione all'inizio di quest'anno. Hanno scelto di ignorarlo. Questo è uno schiaffo in faccia ai vapers e al buon senso”.

Modelli di segnalazione imprecisa nel rapporto SCHEER

Un documento pubblicato all'inizio di quest'anno dal rinomato esperto di riduzione del danno da tabacco Dr. Riccardo Polosa e dal suo team presso il Center of Excellence for the Acceleration of Harm Reduction (CoEHAR), aveva presentato prove che "le conclusioni del Comitato non sono adeguatamente supportate da prove scientifiche e non ha discusso i potenziali benefici per la salute dell'utilizzo di prodotti contenenti nicotina privi di combustione alternativa come sostituti delle sigarette di tabacco.

Polosa e il suo team hanno scoperto che il rapporto non ha preso in considerazione gli studi che indicano i benefici per la salute dell'individuo e della popolazione dell'uso delle sigarette elettroniche (ENDS) come alternative più sicure e ha anche ignorato le ipotesi alternative alla teoria del gateway. “Il parere ha omesso di riferire sui benefici per la salute dell'individuo e della popolazione della sostituzione di ENDS al fumo di sigaretta. Non sono state valutate ipotesi alternative alla teoria del gateway”.

Il team CoEHAR ha purtroppo identificato altri modelli di segnalazione imprecisa. “La sua valutazione del rischio cardiovascolare è contraddetta da numerose revisioni. Cita dati sull'uso continuo che non rappresentano gli attuali modelli di utilizzo. Non ha segnalato l'uso non di nicotina. Presentava affermazioni errate sulle tendenze nella prevalenza di ENDS. Ha enfatizzato eccessivamente il ruolo dei sapori nell'iniziazione della giovinezza ENDS. Non ha discusso la cessazione a sufficienza”.

Allo stesso modo, ha aggiunto Landl, il rapporto non tiene conto dei rinomati dati di Public Health England, che mostrano che le sigarette elettroniche sono il 95% meno dannose del fumo e recentemente ha scoperto che lo svapo è il mezzo più comunemente usato per smettere di fumare.

“Paesi come il Regno Unito e la Francia stanno incoraggiando attivamente i fumatori a utilizzare lo svapo e a passare a questa alternativa meno dannosa. Se l'UE vuole davvero affrontare le malattie legate al fumo, deve esaminare con molta attenzione tutte le prove. Sfortunatamente, il rapporto SCHEER è prevenuto contro lo svapo e le sue raccomandazioni, se recepite nella legislazione, danneggeranno la salute pubblica", ha affermato.

Raccomandazioni per un report accurato

Polosa e il suo team hanno continuato elencando una serie di fattori che lo SCHEER dovrebbe considerare per fornire un rapporto accurato. “Per la consegna di un rapporto finale solido e completo, i membri del gruppo di lavoro del comitato scientifico per la salute, l'ambiente e i rischi emergenti dovranno considerare (1) i potenziali benefici per la salute della sostituzione di ENDS per il fumo di sigaretta, (2) ipotesi alternative e studi contraddittori sull'effetto gateway, (3) la sua valutazione del rischio cardiovascolare, (4) le misurazioni della frequenza d'uso, (5) l'uso non di nicotina, (6) il ruolo degli aromi e (7) a discussione approfondita sulla cessazione”.

Fonte: https://www.vapingpost.com/



Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati

x